Yin Yang
Yin Yang

TAI CHI

Il Tai Chi (taiji), anche  T’ai chi ch’üan o Taijiquan, è uno stile interno delle arti marziali cinesi.

Il Tai Chi è stato concepito come una arte marziale con aspetti esoterici ed è conosciuto in occidente sia come tecnica di combattimento sia come ginnastica dolce per i suoi effetti benefici sulla salute.

L’insegnamento punta al raggiungimento di uno stato di equilibrio psicofisico tramite un lavoro di consapevolezza sul corpo.

Chi può praticare il Tai Chi

La caratteristica di ginnastica dolce permette la pratica alle persone di ogni età, anche anziani e bambini, adattandosi alle necessità del praticante. Non è necessaria una preparazione atletica precedente o particolare. Per praticare basta un abbigliamento comodo, tuta e scarpe da ginnastica, e tanta buona volontà

Gli stili

Il Tai Chi è praticato seguendo una varietà di stili differenti: stili tradizionali e stili moderni, stili codificati e stili non codificati; ogni stile si distingue dagli altri per la differente postura del corpo e per le differenti “forme”.

Stili molto diffusi sono lo stile Yang e lo stile Chen ma anche lo stile Wu e lo stile Sun

Lo stile praticato nel Centro Ten Shin di Napoli è lo stile non codificato del maestro Shin Dae Wong.

Le forme

Una “forma” è un insieme di movimenti codificati eseguito dal praticante spesso con particolare lentezza e attenzione. Le forme si susseguono in un percorso di difficoltà crescente. Esistono molteplici forme a mani nude, con le armi tradizionali ma anche forme con il ventaglio o con l’ombrello.

Presso il Centro Ten shin si insegnano forme a mano nuda, con la spada, la sciabola, il bastone e la lancia.

Un aspetto della pratica del Tai Chi molto conosciuto è pushing hands, push hands or tui shou (anche tuei shou o tuei sho). Il pushing hands è una metodologia di allenamento in coppia sui principi basilari ma è anche praticato come sport competitivo. Il pushing hands si pratica per superare la tendenza spontanea a contrapporre forza contro forza ma a deviare e dirigere la forza. A tale scopo i praticanti imparano a gestire la centralità, la posizione corretta del corpo, l’equilibrio e la coordinazione.

La lezione

Ogni lezione è un momento di contatto con se stessi ed inizia con un breve saluto ed alcuni movimenti di scioglimento. Dopo la fase iniziale si praticano le posizioni base e la ginnastica. Per gli allievi più avanzati si continua con lo studio delle forme a mani nude e con le armi.

Aforismi del M° Shin

  • Ringrazia, saluta e rispetta ogni cosa esistente nell’universo.
  • Pratica in modo “corretto”, con “tenacia”, con “consapevole significato”, con “soddisfazione”.
  • Continua a praticare.

Il Maestro

Michele Tancredi

Pratica Aikido per 7 anni seguendo diverse scuole, pratica yoga evolutivo con il maestro Paolo Menghi, si avvicina al Kendo e lo pratica per 2 anni.

Segue gli insegnamenti del Maestro Chögyal Namkhai Norbu per 10 anni.

Incontra il Maestro Shin Dae Woung nel 1997, con il quale pratica Tai Chi e Kung Fu per 20 anni fino al 2017.

Dopo la morte del Maestro Shin continua a praticare ed approfondire il Tai Chi.

Sito ufficiale del maestro Shin Dae Woung