Close

SHODŌ ITALIANO II – Mostra Giappone

Mostra di calligrafia degli allievi italiani del Maestro Norio Nagayama, organizzata da Bokushin Kai Italia.

Shodō Italiano.

Per la seconda volta in Giappone, la Scuola di Calligrafia Bokushin Kai del Maestro Norio Nagayama, organizza una esposizione di opere calligrafiche degli allievi della Scuola.

La prima mostra era stata nel 2014 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, ed è stata un vero successo.

L’allora Direttore dell’Istituto, Prof. Giorgio Amitrano, descrive il Maestro Norio Nagayama ed il suo lavoro. Queste le sue parole: “Il Maestro Nagayama, oltre ad essere in prima persona un artista raffinato e creativo, è dotato di una comprensione profonda delle differenze culturali tra Italia e Giappone. Grazie a ciò ha sviluppato un metodo d’insegnamento che riesce a motivare e ispirare i suoi allievi, portandoli a raggiungere risultati di grande interesse artistico. I risultati eccellenti del suo insegnamento possono essere ammirati da tutti, dove la combinazione tra una delle più alte tradizioni giapponesi e la creatività italiana produce effetti sorprendenti”.

Il dialogo fra la cultura italiana e quella giapponese continua. Quest’anno, dal 21 al 29 Luglio 2018, ad ospitare la mostra sarà la città di Daigomachi (Prefettura di Ibaraki), presso il museo di bambole, nel parco di Okokuji Chanosato (奥久慈茶の里公園 曼珠亭).

L’inaugurazione della mostra sarà sabato 21 luglio 2018, ore 17.00

Saranno esposte circa 100 opere, frutto dello studio e della ricerca del Maestro Nagayama e degli allievi della scuola. La Maestra Daniela Myoei Di Perna, del Tempio Zen Ten Shin, parteciperà all’esposizione con alcune delle sue opere.

Praticare la bellezza e spingersi sempre un passo oltre il limite.

Il Maestro Nagayama, si dedica all’insegnamento della calligrafia da oltre venti anni, è stato capace di far conoscere in Occidente un’arte antica e raffinata come lo Shodō, adattando il suo insegnamento agli allievi stranieri, mostrando quanto nella calligrafia sia fondamentale la pratica stessa e come, al di là del risultato, quello che conta è il processo di ricerca e di comprensione personale.

 

Daniela Myoei Di Perna nasce a Roma, vive e lavora a Napoli.Co-fondatrice e responsabile della pratica presso il Tempio Zen “Ten Shin – Cuore di Cielo Puro” di Napoli. Ha iniziato a praticare la meditazione Zen negli anni novanta e continua a praticare ed insegnare. Tiene conferenze e workshop sulla pratica dello Shodō come arte Zen di consapevolezza.Si laurea in lingue e letterature straniere moderne all'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, con la quale collabora per diversi anni, curando pubblicazioni in lingua italiana e inglese. Esperta di letteratura afro-americana e di cultura e tradizioni orientali. Calligrafa, traduttrice, scrittrice, insegnante di lingua italiana per stranieri e di lingua inglese. Pratica e insegna lo Shodō (arte della calligrafia orientale) e la meditazione Zen, espone opere in Italia, Svizzera, Giappone e Corea.

Related Posts

One thought on “SHODŌ ITALIANO II – Mostra Giappone

  1. Merida

    Vorrei sottolineare che seppure non ho partecipato direttamente, ho assistito alle lezioni
    della Maestra Daniela Myoei Di Perna, vorrei rendere noto che durante le lezioni nel Dojo
    si crea un atmosfera mistica di coinvolgimento spirituale. Si percepisce un flusso energetico che probabilmente nasce dalla partecipazione totale della Maestra, ossia della sua interezza corpo mente cuore, e si concretizza nelle opere scritte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *