Dōjō
 (道場) è un termine giapponese che significa "luogo () dove si segue la via ()". In origine il termine, ereditato dalla tradizione buddhista cinese, indicava il luogo in cui il Buddha ottenne il risveglio e per estensione i luoghi deputati alla pratica nei templi buddhisti. Il termine successivamente è stato adottato nella pratica del Bujutsu, che durante il periodo Tokugawa fu influenzata dalla tradizione Zen, perciò è a tutt'oggi diffuso anche nell'ambiente delle arti marziali.

Il Dojo è il luogo nel quale si può raggiungere, seguendo la Via, la perfetta unità tra zen (mente) e ken (corpo) e, quindi, il perfetto equilibrio psicofisico, massima realizzazione della propria individualità.

Il Dojo è come una piccola società, con regole ben precise che devono essere rispettate.

Si entra e si esce dal Dojo inchinandosi: un segno di rispetto e di ringraziamento per il luogo che ci ha ospitati.

Nel Dojo viene effettuata con regolarità anche la pratica del Samu (pulizia): i praticanti puliscono l'ambiente, lasciandolo in ordine e rimesso a posto. Tale gesto è il simbolo della purificazione del corpo e della mente e ci si prepara ad affrontare il mondo esterno con umiltà.

 

 
 

"La Via del Buddha è così: se non la si prende

in considerazione come Via, non la si attinge,

se non la si studia è sempre più remota.

[...]

Lo studio della Via consiste nel legarsi senza

una corda."

(Dogen Zenji - Shobogenzo

"Shinjin Gakudo")

Pin It
Iscriviti alla nostra newsletter per restare in contatto con noi ed essere sempre aggiornato sui nostri orari ed eventi
Email type
Please wait
© 2017 Ten Shin - Cuore di Cielo Puro. All Rights Reserved.

Please publish modules in offcanvas position.